28 maggio 2008

La Codacons scomunica Grand Theft Auto IV: quando la censura rasenta il ridicolo

Mi dispiace parlare di un argomento abusato. D'altronde spero di dire qualcosa di mio.

Per chi non conoscesse l'antefatto, sappia che la Codacons ha deciso di sequestrare tutte le copie di GTA IV. Potete avere maggiori dettagli del caso leggendo la notizia di Punto Informatico.

Premetto che personalmente non amo GTA. Anzi, perlomeno non amo GTA 3 e GTA 4. Il vecchio GTA 2 era un giochino divertente con spunti anche trashoni, mentre gli ultimi titoli sono di una coattaggine da far venire l'urticaria. Ma un conto è il gusto personale e un altro è la censura.

La cosa qui rasenta il ridicolo, la tragicommedia. Il gioco è rilasciato sotto il marchio PEGI, che consiglia l'uso per chi è almeno maggiorenne. Invece secondo la Codacons questo non basta, perché solitamente i videogiochi vengono acquistati dai minori. Ma a parte il fatto che questo non è vero, l'età media dei videogiocatori italiani è 28 anni ed i maggiorenni sono il 57%, secondo dati del 2006 dell'AESVI (PDF). A parte questo dicevo, io mi chiedo: di chi è la colpa?

La colpa è del produttore di videogiochi? No, il marchio PEGI è accettato a livello europeo. Dunque la colpa non può che essere di due tipologie di persone: i genitori ed i commercianti.

Prima di tutto, i genitori dovrebbero controllare che videogiochi comprano o con che giocano i loro figli. Se un ragazzino si mette a giocare con un coltellaccio da cucina, la colpa è della fabbrica di posate?

Secondo, la colpa è dei commercianti, che non separano i videogiochi per adulti da quelli per bambini. Ho visto con i miei occhi il contestatissimo Manhunt accanto a giochi tipo Spyro, Crash o Rayman. E non era in un negozietto di videogiochi, era in un negozio Saturn. Perché dunque la Codacons non rompe le scatole ai commercianti perché dividano le varie tipologie di giochi in scaffali diversi?

No, più semplice invece sequestrare il gioco. E perché? Perché questo secondo la Codacons «utilizzando il videogame, ci si rende immediatamente conto che lo stesso altro non è che un susseguirsi di atrocità e di scene scioccanti, con il rischio di creare un pericoloso indotto psicologico in coloro che giocano».

Non basta. «L’associazione ha presentato quindi un esposto a 104 Procure della Repubblica di tutta Italia, in cui si chiede di aprire indagini alla luce del possibile reato di Istigazione a delinquere (art. 414 c.p). “Questa fattispecie – spiega il Presidente Carlo Rienzi - [...] si configura ogni qualvolta un comportamento, uno scritto o una dichiarazione (intesi in senso lato) possano indurre una persona a commettere un delitto. [...] Abbiamo anche chiesto alle Procure di valutare la necessità di sequestrare il videogioco in questione in tutta Italia, a tutela della salute mentale dei minori”».

Quelli della Codacons dovrebbe vigilare sulla propria salute mentale. Istigazione a delinquere? Allora Lolita cos'è, istigazione alla pedofilia? I libri di De Sade sono istigazione allo stupro? Dobbiamo toglierne qualsiasi copia dalle biblioteche perché qualche minorenne potrebbe leggerle?

Io mi faccio una semplice domanda: ma un minorenne, oggi in Italia, ha un comportamento diseducativo dai videogiochi, o da alcuni semplici fatti di dominio pubblico? Come per esempio che chi è pregiudicato può andare in galera? Che qualcuno può truffare milioni di famiglie e cavarsela con poco, vedi Geronzi & furbetti? Che il sistema giudiziario in Italia è stato reso così inutile ed inefficiente per poter salvare le chiappe di gente come Berlusconi, per cui puoi patteggiare prescrizionare leggitimare dubbi spostare processi? Che grazie a questa burocrazia e a leggi ad personam ignobili, la gente entra ed esce dal carcere come niente?

Non è istigazione a delinquere incitare le persone ad impugnare i fucili contro il fisco? Non è altamente diseducativo che un sindaco scriva per le strade che gli immigrati stuprano e ammazzano le nostre donne? Che un gruppo di napoletani appicchi il fuoco ad un campo rom? La Codacons cosa fa per tutelare i minori da questi cattivi maestri?

Un Lucas Malor sempre più (vero) moralista


Citazione di oggi:
«Costruisciti da solo la tua minoranza etnica da opprimere. 20 fascicoli settimanali, edizioni Del Bradipo»
M. V., un mio amico.

13 commenti:

  1. Guarda, da quello che so nel comunicato della Codacons si parla addirittura di alcune scene di stupro ma è già arrivata una smentita ufficiale da parte della Rockstar Games.
    Cito parole testuali: "Le dichiarazioni di Codacons contengono numerose imprecisioni significative che riguardano la trama e il contenuto del gioco, incluso il fatto completamente falso ed inaccurato che contenga scene di stupro."
    Sono le solite storie (per non usare un'altra parola poco carica): si cerca di dare la colpa a un videogioco per la violenza che c'è in giro. Ma questi tizi non si rendono conto che basta accende un qualunque telegiornale per sentire anche di peggio?

    RispondiElimina
  2. che dire, hai ragione da vendere. però questi signori potrebbero avere ragione: io quand'ero piccolo ho visto Mary Poppins e ho provato a buttarmi con l'ombrello dal terrazzo. Poi per emulare il cacciatore buono di Cappuccetto Rosso, andavo in giro a prendere a fucilate i cani del quartiere. Infine, saltavo giù dai burroni, convinto di non poter cadere finché non guardavo di sotto, come Wile Coyote.
    Insomma, se un ragazzino emula un videogioco, un cartone animato o un libro, la colpa è solo e soltanto del genitore che non lo ha educato ad avere spirito critico!

    RispondiElimina
  3. @Lorenzo: ti devo ringraziare sai? La storia dello stupro mi era sfuggita, ho fatto una piccola ricerca e che cosa ho trovato?

    GTA IV Causes "Reprehensible" Behavior (Also, Has Rape!)

    In questo articolo si prende bellamente per il sedere tale James Dobson, a quanto pare noto attivista cristiano statunitense (brrrr...) che conduce un programma radiofonico di nome "Focus on the Family" (un nome che e' tutto un programma), trasmesso anche in numerose stazioni televisive.

    Questo Dobson in una delle sue farneticazioni spara cavolate a destra e a manca, ed anche sugli stupri e su GTA IV. Quanto ci vogliamo scommettere che qualcuno del Codacons ha mischiato le due cose? ;-D

    @ReRosso:
    > però questi signori potrebbero
    > avere ragione: io quand'ero
    > piccolo ho visto Mary Poppins e
    > ho provato a buttarmi con
    > l'ombrello dal terrazzo.

    Naaa, secondo me avevi pippato troppo Plasmon X-D

    RispondiElimina
  4. E' la solita mentalità stile medioevo degli italiani. Non diamo la colpa ai mezzi di comunicazione che mostrano violenze ogni giorno, non diamo la colpa alle famiglie che sempre più spesso se ne sbattono altamente gli attributi di quello che accade ai loro figli, diamo la colpa a un videogioco, a un film o a quello che riteniamo più "impuro" in un preciso momento. Mah, più passa il tempo più sento la necessità di emigrare...

    RispondiElimina
  5. Posso dare un contributo? Premetto che non conosco il videogioco nello specifico, sarà perché io non videogioco mai ... ma credo che la colpa dell'aumento della violenza nella più giovane generazione sia dovuta ad una serie di fattori in cui i videogiochi sono solo lo sfondo! C'è stata la frantumazione di tutti i principi etici e morali a forza dei martelli pneumatici delle pubblicità sulla necessità di avere in casa oggetti utili?! di avere un certo peso corporeo, di dover essere per forza giovani e belli se no non sei nessuno ... chiamatelo consumismo, non lo so! Se pensassimo di più alle noste menti piuttosto che al benessere materiale forse tante scempiaggini nel nostro bel mondo non ci sarebbero! Se i genitori leggessero con i loro bambini dei libri, forse i bambini non avrebbero bisogno dei videogiochi! Forse non sarebbe più importante indossare i jeans firmati per essere 'amati' o più semplicemente accettati dai propri simili!
    Sono andata troppo fuori tema?!

    RispondiElimina
  6. Si, non credo c'entri molto ^__^ Ma chissenefrega!

    Non so te, ma ha meno fanno decisamente incazzare le pubblicita' per le ragazzine. Ogni volta che sento la parola "fashion" mi viene la schiuma alla bocca... Come crescere una generazione di manipolati mentali.

    RispondiElimina
  7. RedBlazingSoul31/5/08 02:02

    Andrò anch'io fuori tema, ma non posso fare a meno di dar ragione a storm72, sono pienamente daccordo con lei, se non per un piccolo particolare: non trovo così futile l'esistenza dei videogiochi, tanto che alcuni sono delle autentiche opere d'arte (la saga di Metal Gear, tanto per citare il mio preferito) ed essendo un appassionato di quasi ogni forma d'arte, dalla musica alla letteratura ai film, non rimpiango assolutamente la nascita dei videogiochi. In ogni caso tutto il resto è tristemente vero...

    RispondiElimina
  8. Non mi riferivo ai videogiochi, quelli secondo me non fanno male se visti singolarmente! Anche se ritengo che molti di questi dovrebbero essere usati SOLO ED ESCLUSIVAMENTE da persone adulte che hanno una coscienza già ben formata! Ci sono una marea di cartoni animati che io abolirei per esempio, ma semplicemente perché non credo che un bambino sia in grado di scindere ancora la finzione dalla realtà e quindi potrebbe ritrovarsi a compiere gesti non corretti nei confronti di altri bambini o anche persone adulte! In realtà quello che manca davvero è il controllo e la gestione degli adulti nella vita di questi bambini o ragazzini che vengono super-impegnati perché non c'è nessun adulto che ha voglia o tempo di stare con loro a fare semplicemente dei giochi semplici senza la montatura del principio "se non possiedi non sei!"
    La bava alla bocca viene anche a me quando vedo le pubblicità per le ragazzine ... ma anche quando mi passano davanti le pubblicità su creme anticellulite, creme antietà (come se fosse una malattia! e chi invecchia è solo un rifiuto della società!) quella del tale abito o della tale auto o tutte le pubblicità che ti spingono ad acquistare qualcosa sol perché se non ce l'hai ti manca qualcosa di fondamentale e non hai concluso niente nella vita! Tornare a più semplici comportamenti non sarebbe male! Ma tanto ora c'è silvio che risolverà ogni problema! (l'ultima era ovviamente ironica!)

    RispondiElimina
  9. RedBlazingSoul17/6/08 01:11

    Ci vorrebbero più persone come te storm72, sarebbe un mondo migliore, anzi, il termine più corretto è utopico. Io ho avuto la fortuna di essere nato in una famiglia premurosa, sono sempre stato seguito e oltretutto i miei genitori hanno un' intelligenza sopra la media, probabilmente è grazie a questo che ho ricevuto una maggiore consapevolezza rispetto ai miei coetanei (ho 16 anni), ma non lo dico assolutamente per vantarmi, lo dico perchè effettivamente nella maggior parte dei casi mi sento un pesce fuor d'acqua; quindi dovrei rallegrarmi e sentirmi superiore agli altri? assolutamente no, vedere l'ignoranza che ha pervaso tutta l'Italia (ovviamente con delle eccezioni) mi rattrista e basta. Come dici giustamente ci vorrebbe più controllo da parte di qualche adulto, ma il problema molte volte è l'adulto stesso, stiamo vivendo un periodo di grande ignoranza, che sfortunatamente si trasmette di generazione in generazione come il DNA; viviamo in un mondo senza più etica e morale, la nostra società è basata solamente sull'immagine (per ricollegarmi al tuo discorso) e da questo ne scaturiscono i massimi ideali che può concepire un Italiano medio, ovvero il vestito firmato e alla moda, l'aspetto fisico, i soldi...anche i passatempi degli Italiani sono futili e privi di ogni etica, basti pensare a quanta esasperata passione mettono nel calcio, tanto da arrivare persino a uccidersi per uno sport, sono cose che fanno rabbrivire a pensarci. E tutta questa ignoranza da chi è stata alimentata? Ma ovviamente dal nostro nobile cavaliere che risolverà ogni problema! XD

    RispondiElimina
  10. Ciao, sto leggendo i posts, molto interessanti, nel frattempo volevo solo ringraziarti per i commenti sul mio sito, molti erano realmente interessanti!

    RispondiElimina
  11. Grazie per i complimenti :-) Per i commenti non ti conviene incoraggiarmi, potresti trovarti il blog intasato :-P

    RispondiElimina
  12. Ciao, ero convinto di averti lasciato un commento ma mi sa che si é perso nei meandri di Google...
    Volevo dirti che ho aperto un nuovo blog:
    http://seipernove42.wordpress.com/

    Ma il tuo non lo aggiorni più?
    Ciao!

    RispondiElimina
  13. Aaaah ottimo. Mi sembra anche piu' folle di quello di prima. Se ho un po' di tempo che ora non ho, lo leggo, aggiorno questo mio blog e faccio altre 100.00 cose della mia ToDo list.

    RispondiElimina